Cinipide del castagno

Dryocosmus Kuriphilus Yasumatsu è un imenottero appartenente alla famiglia Cynipidae. Introdotto accidentalmente in Europa nel 2002, viene segnalato nelle Marche a partire dal 2009 nelle province di Pesaro Urbino e di Ascoli Piceno. L’insetto attacca esclusivamente il genere Castanea, in Italia è stato segnalato sia sul castagno europeo (Castanea sativa), selvatico e innestato, sia su ibridi eurogiapponesi.

L’adulto ha l’aspetto di una piccola vespa lunga 2,0 – 2,5 mm, torace e addome sono neri mentre gli arti sono di colore giallo brunastro. Le larve apode, inizialmente trasparenti, a maturità si presentano di colore bianco e raggiungono la
lunghezza di 2,5 mm a sviluppo completo. Le pupe, inizialmente bianche, divengono bruno scure o nere a maturità.

 

 

Progetto regionale di lotta biologica>>

Regione Marche individuazione di area infestata:

Files:
Documento Data Inser.to Data Agg.to Dimensione Downloads Download
Determina 24 febbraio 2012 n. 171: Misure di lotta obbligatoria nelle Marche 11/03/2014 11/03/2014 1.8 MB 575 Scarica
Decreto 30 ottobre 2007: Misure d'emergenza provvisorie per impedire la diffusione del cinipide del castagno, Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu, nel territorio della Repubblica italiana 11/03/2014 41.05 KB 394 Scarica

 

Materiale divulgativo:

Cinipide del castagno scheda divulgativa 11/03/2014 456.63 KB 606 Scarica
Poster Cinipide del Castagno 14/11/2016 14/11/2016 1.86 MB 46 Scarica

 

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, che sono indispensabili per il regolare funzionamento del sito e delle relative funzioni, per consentire il corretto utilizzo del sito e migliorare la tua esperienza di navigazione, rispettando la privacy dei tuoi dati personali. Secondo una direttiva europea, è obbligatorio ricevere il suo consenso in merito. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy