Certificazione e Tracciabilità di Prodotto

Certificazione e Tracciabilità di Prodotto

Il Centro Operativo Autorità di Controllo e Tracciabilità offre servizi nell’ambito della Qualità e Rintracciabilità delle produzioni agroalimentari. Infatti, attraverso l’Autorità Pubblica di Controllo (di seguito APC), eroga servizi di certificazione di prodotti che si avvalgono di marchi di qualità regolamentati e volontari.

La certificazione di prodotto, permette di dichiarare, con ragionevole attendibilità, che un prodotto è conforme ad un determinato documento tecnico di riferimento, ossia possiede delle caratteristiche che lo distinguono da altri prodotti similari, garantendo così sia il consumatore che il produttore.

Nel settore dei Marchi riconosciuti a livello comunitario, l’APC è autorizzata/designata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ad effettuare i controlli sui seguenti prodotti ai fini della certificazione:

 

Nome

Marchio

Tipologia prodotti

Casciotta d’Urbino

DOP dop

Formaggi

Ciauscolo

IGP igp

Prodotti a base di carne

Maccheroncini di Campofilone

IGP igp

Paste alimentari

Mozzarella

STG stg

Formaggi

Olio Extravergine di oliva «Marche»

IGP igp

Olio extravergine di oliva
Oliva Ascolana del Piceno

DOP dop

Ortofrutta e Cereali

Pizza Napoletana

STG stg

Prodotti di panetteria e da forno

Etichettatura Facoltativa di Carni Bovine

 

Carne bovina

 

L’APC, inoltre ha i requisiti (ISO/IEC 17065:2012) per la certificazione di prodotti agroalimentari le cui caratteristiche sono prescritte in specifici standard elaborati dall’APC allo scopo di differenziare il prodotto sul mercato.

Ad oggi sono stati elaborati i seguenti standard:

  • Lonza affumicata stagionata
  • Salsiccia di coscia intera di suino a “Punta di coltello”

 

La Regione Marche ha autorizzato l’APC, quale Organismo di controllo pubblico, per effettuare i controlli sui prodotti che espongono il marchio QM – “Qualità Garantita dalle Marche”. Il Marchio QM è una marchio collettivo di qualità della Regione Marche legato al rispetto dei requisiti previsti nei diversi disciplinari di Produzione e nei Regolamenti Tecnici di riferimento redatti dalla Regione Marche.

I prodotti ad oggi certificati a marchio QM dall’APC sono:

Filiera

Prodotti

Filiera Cereali

Granella di grano duro, grano tenero e orzo, granella di frumento duro, granella di frumento tenero, semola di grano duro, pasta con o senza uovo (fresca e stabilizzata), pasta di semola

Filiera di Latte Crudo e Latte Fresco Pastorizzato di Alta Qualità

Latte crudo e latte fresco pastorizzato di alta Qualità

Filiera Olio Extravergine di Oliva Monovarietale

Olio Extravergine di Oliva Monovarietale

Filiera Ortofrutticola e Legumi Freschi e Trasformati da Produzione Integrata

Prodotti Orotfrutticoli

Filiera Miele

Miele

Filiera Carni Bovine

Carni Bovine

 

Il Centro Autorità di Controllo e Tracciabilità, inoltre, gestisce il sistema di tracciabilità Si.Tra., obbligatorio per le produzioni a Marchio QM, che permette di garantire la tracciabilità e la rintracciabilità per il consumatore, dell’origine delle produzioni a marchio.

 

Oltre agli aspetti strettamente legati alla certificazione e alla rintracciabilità, il Centro Operativo Autorità di Controllo e Tracciabilità può erogare i seguenti servizi riconducibili a:

  1. Realizzazione di progetti volti alla promozione della qualità, su committenza della Regione Marche o altri Enti Pubblici, per la valorizzazione dei prodotti e/o del territorio della Regione Marche.

  2. Attività di formazione e divulgazione specificatamente sui temi della qualità al fine di garantirne la diffusione sul territorio.

Inoltre, il Centro Operativo Autorità di Controllo e Tracciabilità si sta adoperando per:

  • essere riconosciuta idonea ad effettuare la certificazione dei prodotti di origine forestale e in particolare per effettuare la certificazione secondo lo Schema di Certificazione “Catena di Custodia” (CoC – Chain of Custody) PEFC;

  • essere designata quale struttura di controllo per il prodotto “Latte fieno STG”, denominazione che può essere applicata al latte vaccino prodotto da allevamenti inseriti nel sistema di controllo, nel rispetto del Regolamento di esecuzione (UE) n. 304/2016 il quale prevede, ad esempio, il non impiego di animali e mangimi designati come geneticamente modificati dalla vigente normativa ed il non utilizzo come mangimi, di insilati, fieno umido o fermentato;

  • effettuare l’analisi LCA (Life Cycle Assessment) sui prodotti agroalimentari, allo scopo di valutare l’insieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l’ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita. I vantaggi per le aziende che implementano un’analisi LCA sono riconducibili alla possibilità di conoscere i reali impatti ambientali e consumi di risorse associati alla realizzazione di un prodotto, con la possibilità di realizzare un'attività di Comunicazione Ambientale, divulgandoli all’esterno. Il consumatore può così essere messo nella condizione di scegliere un prodotto anche sulla base delle informazioni di tipo ambientale ad esso associate.

 

© 2016 A.S.S.A.M. All Rights Reserved.

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, che sono indispensabili per il regolare funzionamento del sito e delle relative funzioni, per consentire il corretto utilizzo del sito e migliorare la tua esperienza di navigazione, rispettando la privacy dei tuoi dati personali. Secondo una direttiva europea, è obbligatorio ricevere il suo consenso in merito. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy